Now you see me

Letto 1589 volte

now_you_see_me.png WOODERS ADVISORY: Spoilers Addicted
Kekiyuri Yurikeki
QuandolodicoioQuandolodicoio!

Non posso farci niente, quando leggo il titotolo del film mi viene in mente il mago Forest!
Ora mi vedi, ora non mi vedi più.
Comunque andiamo a goderci questo filmettino.
Mesi orsono mi sono già espresso su come l’industria del cinema, in quanto industria badi solo ed esclusivamente ai soldi. Quindi ci ritroviamo con millemila remake (giusto perché se fai un film che si chiama Nightmare, solo il nome ti mette la pulce nell’orecchio) e minestroni riscaldati (che per altro rimangono spesso tiepidini).
Aggiungiamoci poi che per la legge dell’industria, più si sale di livello, più regredisce esponenzialmente la dimensione di materia grigia.
Tutto ciò, porta a lavori di aspettative medio alte ma che si rivelano di bassa qualità per diversi motivi (e ogni volta ci stupiamo in negativo perché abbiamo solo grattato la superficie).
Scusate sono partito in quarta ma vi dico subito che il film mi è piaciuto, era per mettervi nelle stesse condizioni con cui ho affrontato la proiezione, cioè non aspettandomi niente di ché.

Il punto è che sulla ripetitività dei lavori che escono e sulla mancanza di originalità molto dipende da chi ci mette i soldi ma non capisce niente di cinema e si basa SOLO sui sondaggi, è come dire che compro una macchina solo sulla pubblicità senza andare a provarla o peggio ancora quando giudichiamo una persona dai luoghi comuni.
Partendo così prevenuti è ovvio che subito l’inizio del film ci ricorda nientemeno che “The Prestige” (tra l’altro c’è pure Michael Caine) con un tocco di Ocean’s Eleven (il modo in cui viene reclutato l’ultimo dei pischelli è molto simile a come viene uccellato Matt Damon da George Clooney).
Dopo il reclutamento si fa un salto temporale e ci presentano l’incredibile Mark Ruffalo e la scappata di casa Mélanie Laurent (un po’ fuori ruolo forse, non all’altezza di Bastardi senza gloria). Primo furto, molto ben congeniato dal punto di vista registico, grande pubblico, teli che volano ecc.. Dopodiché salta fuori un Morgan Freeman un po’ sbiadito ma sempre e comunque carismatico anche se in un ruolo molto marginale. Mezz’ora di film e ci sono già troppi elementi buttati lì. Ce la farà il film a riordinare tutto?
Evidentemente no, perché se fino a qui il ritmo è stato molto alto, dal secondo show in poi cala drasticamente. Salta fuori un certo Lionel Shrike, un maghetto sfigato che Morgan ha fatto fallire e che si è ammazzato tentando un ultimo trucco (farsi immergere in un fiume dentro ad una cassaforte).

il film va avanti (a rilento) e il secondo furto dei mandrake è niente meno che al loro sponsor (Caine), amministratore/socio/pappone di una compagnia assicurativa che ha sfruttato TUTTI gli spettatori presenti alla seconda performance. Le indagini continuano … piccola nota. di recente ho scritto di FAST7.. ecco, lì le indagini erano più serie…
Dicevo, le indagini continuano e arriviamo all’atto finale. ovviamente vengono uccellati gli sbirri e i 4 (qualcuno per caso ha davvero pensato che il fratello sfigato dei Jonas Brothers fosse morto?) trovano l’OCCHIO..
E qui la domanda da un milione di dollari… che cacchio è sto occhio?!
Questo è il tema portante della critica, la trama!

Sì perchè prima buttano dentro quattro personaggi senza caratterizzarli, poi ci presentano i due “detective” anche loro buttati lì. Un buco unico, ma ancora non è finito quindi-sempre senza grandi aspettative-aspettiamo il calderone finale che dovrebbe unire tutti i puntini e farci scoprire la giraffa (settimana enigmistica NDR).
Ovviamente no. L’unica blanda spiegazione su questo occhio viene da una lettura frettolosa di un libro, dove viene per altro citato il mago scarso di prima che s’è affogato nel fiume (ma giusto per dire che i maghi pianificano con molto anticipo tutte le mosse).
Ciliegina sulla torta, il colpo di scena finale … bah, almeno questo ve lo risparmio anche se senza vedere il film potete immaginarlo.

Parlando del cast, tutta la storia gira attorno a Mark Ruffalo, rendendo i 4 maghi solo dei comprimari, si salvano la coppia Harlesson-Eisenberg che oltre ad essere dei bravi attori sono più affiatati e si vede. La bella (e qui ho apprezzato che non abbiano preso una bambolotta insipida) Isla Fisher non riesce a far risaltare un personaggio anonimo e stendiamo un velo pietoso sul disutile Dave Franco.. Personaggio insulso (Oddio, tentano di fargli fare qualcosa ma davvero è sparare sulla croce rossa) e “attore” da telenovela argentina, quelle con i ricchi che si ammazzano per ereditare le miniere di argento del trisavolo. Di peggio ho visto qualcosa in Uomini&Donne.. Fanno la loro porca figura Morgan Freeman e Michael Caine, ma i loro personaggi non sono sviluppati al meglio dalla trama.

Effetti visivi. un film che s’intitola NOW YOU SEE ME già ti aspetti cose psichedeliche, gente che vola, esplosioni ecc.
Sì, qualcosa c’è ma non ci si è sprecati più di tanto, giusto la ragazza che vola nella bolla e la scena finale ai Five Points con un botto di gente e tante luci da StudioZeta.

Hanno mescolato troppi elementi nel calderone traendo una conclusione scontata e senza mordente con troppi buchi nella trama ma con i suoi lati positivi, a partire dall’interpretazione di alcuni attori e da qualche situazione comica ben studiata.
Il punto è: o l’hanno fatta troppo facile, oppure l’FBI è davvero popolata da casi umani se non riescono ad evitare NULLA di tutto quello che accade.

Detto ciò il film, con tutti i suoi difetti, è una commediola d’azione piacevole, ma non aspettatevi grandi cose e preparatevi a dire almeno una volta “questo già visto!”

PS:magari me lo sono perso io, ma se non hanno mai trovato il corpo di Shrike, come fanno a sapere il motivo esatto della morte?

NOW YOU SEE ME – I MAGHI DEL CRIMINE
Now you see me
Luis Laterrier, USA 2013, 115′
VOTO (Max 5)

About Gianluca

Gianluca
"Io posso farti avere quello che vuoi..posso farlo posso procurarti qualunque cosa non devi fare altro che parlare con me, fidati di me fidati perché io sono il tuo confessore..sono sono il tuo strizzacervelli, io sono il tuo collegamento diretto alla..centralina delle anime.Io sono l'uomo magico.. il Babbo Natale del subconscio. Lo dici, lo pensi, puoi averlo"