Meglio “pochi ma buoni” o “più ce n’è meglio è”?

Letto 802 volte

Dopo la visione di “Magic in the Moonlight” mi sono ritrovato a “giustificare” Woody Allen per il risultato non proprio eccelso della pellicola dando la colpa ai troppi film che dirige. Guardando la sua filmografia aggiornata si può vedere come il film ora nelle sale sia il suo 48esimo lavoro dal 1966, il che significa la media un film all’anno (!!).

Ma il regista newyorkese non è l’unico molto prolifico, basti pensare a personaggi del calibro di Clint Eastwood, regista di 36 film tra il 1971 e il 2014 con annate in cui è riuscito addirittura a “bissare” la sua presenza in sala (“Flags of Our Fathers” e “Lettere da Iwo Jima” nel 2006 o “Changeling” e “Gran Torino” nel 2008), senza parlare di Hitchcock (autore di una sessantina di opere tra film e corti in 54 anni di attività) o il più attuale Steven Soderbergh anche lui detentore della media di un film all’anno negli ultimi 28.

Dall’altra parte troviamo invece i registi che si fanno desiderare, dei perfezionisti che prima di mettere mano a un progetto e farlo uscire nelle sale ci pensano per anni. Andando a citare uno dei più grandi ricordo che Stanley Kubrick fu regista di soli 13 lungometraggi in 46 anni, o Terrence Malick e i suoi 6 film dal 1973 ad oggi.

Non possiamo che riconoscere che si tratti in tutti i casi di autori di un certo calibro, con la differenza che per una mera questione statistica è stato molto più facile per i primi girare opere minori, o addirittura non degne della loro nomea. Da qui la domanda…meglio “pochi ma buoni” o “più ce n’è meglio è”?

La risposta come sempre sta allo spettatore, a quello che non ama aspettare e divorerebbe ogni giorno film del proprio regista preferito o a quello selettivo che si gode la spasmodica attesa della prossima opera sperando nel consueto capolavoro. Personalmente non mi colloco da una parte o dall’altra però diciamolo wooders, la delusione di vedere un film bruttarello cresce in maniera direttamente proporzionale all’attesa. Roba che se Burton non girasse più nulla per 10 anni e mi tornasse nel 2024 con una porcata alla “Planet of the Apes” potrei davvero pensare ad un attacco kamikaze!

About ilpina

ilpina
Creatore, curatore, amministratore, webmaster e in sostanza dittatore supremo e monarca assoluto di The Ed Wooder. Amo darmi alla latitanza quando il tempo me lo permette.