Maleficent

Letto 1012 volte

WOODERS ADVISORY: non spendete soldi

Premetto che sono andato a vedere questo film sapendo che sarebbe stata una parruccata in stile ‘Biancaneve e il cacciatore’, cioè sulla falsa riga dei simpaticissimi remake/reboot che stanno infestando il cinema dei blockbuster.
In più alcune delle persone (tutte) di cui mi fido mi avevano caldamente consigliato di starmene a casa a guardare il muro piuttosto che spendere soldi per questo “film”.

Ciononostante, pur essendomi preparato psicologicamente, sono arrivato alla fine senza parole.. Credo sia la cosa più oscena che abbia visto negli ultimi dieci anni.

Intro del film: ‘C’era una volta una fata tanto carina e si chiamava MALEFICA’.
Già partiamo male.
In ogni caso la trama è una delle cose peggiori.

Hanno voluto rivisitare tutta la storia per creare qualcosa di nuovo facendo dell’antagonista l’eroina della storia. E fin qui va bene, un po’ inflazionato come soggetto ultimamente ma vediamo come prosegue…e poi i personaggi univocamente buoni non vanno più di moda dagli anni ’60.

La storia continua (molto lentamente) facendoci vedere che l’innocente creatura della foresta si è riempita d’odio dopo essere stata tradita da quello che considerava il suo grande amore…… Il problema è che non diventa mai veramente cattiva!
Quando comincia a vestirsi a lutto cambia anche la foresta che da prato verde di giorno, diventa la foresta di Pandora (Avatar) di notte, ma non è esattamente un regno delle tenebre, anzi, diventa più figa ancora.

Poi, fanno vedere un paio di inquadrature dove i mostriciattoli si mostrano intimoriti dal suo cambiamento… ma perché? ne ha forse sventrati un paio? no perché non fa niente di male a nessuno! Per tutto il film!

Addirittura quando lancia la maledizione sulla bambina ci mette il salvavita del bacio perché il re Stefano la supplica… e perché mai se fosse davvero cattiva lo avrebbe fatto? Poteva farsi supplicare e poi dirgli puppa!
E il peggio è che questa rimane l’apice della cattiveria di una che si chiama Malefica, perché poi diventa sempre più zuccherosa una volta che inizia la parte delle tre fate (tra l’altro perché le tre fatine sono nane e lei no?).

In tutto ciò siamo a circa 3/4 di film, e la sceneggiatura rasenta il ridicolo.. Va bene che in Italia ci sono oltre sessanta milioni di commissari tecnici della nazionale, e che Prandelli doveva portare Giuseppe Rossi e lasciare a casa Thiago Motta, ma chiunque potrebbe scrivere cialtronate del genere. E’ mai possibile che tutti questi sceneggiatori siano così incapaci? Comincio seriamente a pensare che il signor Jhon Lee Hancock non esista perché è troppo imbarazzante pensare che venga pagato (e presumo non poco) per scrivere boiate del genere. Oltretutto è un continuo riciclo di robaccia già vista non più di un paio di anni fa! Non dico come finisce perché è imbarazzante ma andate a vedere che altro film ha scritto il signore sovracitato e ditemi se il modo in cui si sveglia la bella non vi ricorda niente….

Note positive sono solo i costumi, soprattutto della Jolie, e gli effetti in computer graphic, anche se non è che si siano inventati chissà ché (vedi sempre analogie con altri lavori di Hancock).

In soldoni, se si passa sopra alla trama ridicola, il ritmo assente della narrazione, le immagini abbastanza suggestive ma rimasticate da altra roba già vista e rivista, si salvano solo le immagini di un personaggio che, purtroppo, rimane la bruttissima e insipida copia della sua controparte animata… In effetti non rimane molto..

La sensazione è come di paragonare Chris Sarandon in Ammazzavampiri, con Colin Farrel in Frght Night. E volutamente non ho citato premi oscar.

L’unico merito di questo film è che ci fa apprezzare ancora di più quella meraviglia che è il film animato del 1959.

NB: non faccio commenti sulla recitazione perché dovrei vederlo in lingua originale.. ma considerando che il doppiaggio italiano è migliore del mondo… beh, o hanno raschiato il fondo del barile, oppure meglio di così non sono riusciti a fare.


MALEFICENT

Robert Stromberg, USA 2014, 97′
VOTO (Max 5)

About Gianluca

Gianluca
"Io posso farti avere quello che vuoi..posso farlo posso procurarti qualunque cosa non devi fare altro che parlare con me, fidati di me fidati perché io sono il tuo confessore..sono sono il tuo strizzacervelli, io sono il tuo collegamento diretto alla..centralina delle anime.Io sono l'uomo magico.. il Babbo Natale del subconscio. Lo dici, lo pensi, puoi averlo"