Iron man 2

Letto 1233 volte

iron_man_2“Robert Downey Jr ormai all’apice della sua carriera ci mostra tutte le sue innate doti da anchorman e ci regala un’interpretazione ottima, assolutamente aderente al personaggio di Tony Stark; sinceramente ora non riuscirei ad immaginare un iron man diverso da lui”.

Trama (comingsoon): “Ora che il mondo sa che Iron Man altri non è che l’industriale miliardario Tony Stark (Robert Downley Jr), questi cerca di perfezionare il suo “costume” rilanciando la Fiera Mondiale Stark Expo che presenta una serie di innovazioni tecnologiche rivolte al bene dell’umanità. Mentre il governo statunitense insiste affinché Tony consegni la rivoluzionaria arma ai militari, Ivan Vanko (Mickey Rourke),  un oscuro personaggio legato al passato di Tony, si fa avanti per distruggerlo con una nuova arma devastante, ispirata alla tecnologia Stark”. Un film con buone potenzialità che gira su sé stesso, è questa la prima impressione che ho avuto dopo la visione del secondo capitolo dell’uomo di ferro.

Il regista Jon Favreau nonostante non sia un grande nome riesce a dirigere bene il tutto, è indubbio. Robert Downey Jr ormai all’apice della sua carriera ci mostra tutte le sue innate doti da anchorman e ci regala un’interpretazione ottima, assolutamente aderente al personaggio di Tony Stark; sinceramente ora non riuscirei ad immaginare un iron man diverso da lui, è perfetto nella parte nel suo narcisismo, nella “sbruffonaggine”, nella verve, ma anche nella fragilità e nei suoi difetti/vizi. Un cast femminile di tutto rispetto con una Gwyneth Paltrow meravigliosa con il suo fare un pò british e Scarlett Johansson nel ruolo (e nella tutina aderente) di “Vedova nera”, una sorta di agente segreto tanto sexy quanto letale. Non male anche tutto il resto del cast (Sam Rockwell in primis) anche se ammetto mi sarei aspettato qualcosa in più dal grande Mickey Rourke che sembrava perfetto per la parte; ottima anche (qui parlo per miei gusti personali) la scelta delle musiche.

Cosa non ha funzionato nel film? Non voglio fare il classico critico degli effetti speciali, delle esplosioni ecc. perché si parla di un superhero movie e non metterli significherebbe snaturare quel mondo. “Storicamente” al di là di alcune pecore nere (il cavaliere oscuro, batman returns, spiderman 2), i sequel di questo genere non sono mai all’altezza del primo; i produttori (haimé) puntano sempre sul “tutto e subito” quando si parla di secondi capitoli di film di successo, e questo danneggia il prodotto finale. Anche in Iron Man 2 non si fanno molti “passi avanti”, anzi. Dopo il primo film incentrato sul supereroe sarebbe stata scelta saggia concentrarsi su eventuali sue nemesi (penso soprattutto al Joker di Nolan e a Pinguino/Catwoman di Burton), ma ciò non accade. I villain sono deboli, non attirano, e inoltre hanno poco spazio all’interno della pellicola. C’è chi può dire che la vera parte “oscura” della trama siano i conflitti interiori di Stark e i suoi problemi con l’alcolismo, ma trovo che questa parte sia stata comunque poco sviluppata, forse a favore di un pubblico più piccolo. Un film insomma con molto buon materiale ma che, a causa delle idee un pò confuse sulla direzione da dare alla trama, non convince più di tanto. Speriamo che nel terzo capitolo ci si liberi da certe tematiche (veramente eccessive le similitudini tra i villain dei due film e la conseguente storia) e si ponga lo sguardo su altri possibili sviluppi.

Frase celebre: “Io ho privatizzato la pace con successo!”

IRON MAN 2
Jon Favreau, USA-2010, 125′
VOTO (max 5)

About ilpina

ilpina
Creatore, curatore, amministratore, webmaster e in sostanza dittatore supremo e monarca assoluto di The Ed Wooder. Amo darmi alla latitanza quando il tempo me lo permette.