Il prescelto

Letto 1005 volte

presceltoBrutto, non mi viene altro da dire. E lo posso dire a maggior ragione da non-fan dell’originale “The Wiker man” di Robin Hardy (1973) che non ho visto (insomma, non farò i discorsi “non è fedele all’originale etc).

Trama (mymovies) : “L’agente di polizia Edward Malus (Nicolas Cage) risponde a una richiesta d’aiuto di Willow, una donna un tempo amata, e si reca a Summers isle, un’isola del pacifico per indagare sulla scomparsa della piccola Rowan. Edward scoprirà che Willow vive in una comunità neo-pagana che compie misteriosi riti…“.

A onor del vero devo ammettere di non aver mai apprezzato particolarmente Nicolas Cage, anzi lo trovo particolarmente irritante (o magari lo è il suo doppiatore). La sua interpretazione è estremamente piatta, oserei dire addirittura insipida.

La trama è quanto di più assurdo e rivisto ci possa essere e “puzza” qua e là di copiature più o meno profonde (io ci ho visto a tratti visivamente una storpiatura di “The Village”). Un’accozzaglia poi di luoghi comuni, di cose viste e riviste un milione di volte (solita suspance da discount, soliti colpi di scena, soliti personaggi etc.) e molte, moltissime scene al limite del ridicolo per un film uscito nel 2006 (indimenticabile Cage vestito da orso che scappa nel bosco), tanto che più che seguire la trama mi stavo chiedendo come mai non si trattasse dell’ennesimo “Scary movie”.

Aggiungete poi quel genere di sceneggiatura dove TUTTO è necessariamente misterioso e il gioco è fatto; l’intento era quello di caricare di mistero ogni singola inquadratura, utilizzando flashback, parole non dette, sguardi etc. Il che francamente risulta eccessivo e quantomeno inutile.

Un film pessimo che sconsiglio al 100%!


IL PRESCELTO

(The Wicker Man)
Neil LaBute, USA-2006, 102′
VOTO (max 5)

VOTO TRASH (involontario – max 5)
trash     trashtrash

 

About ilpina

ilpina
Creatore, curatore, amministratore, webmaster e in sostanza dittatore supremo e monarca assoluto di The Ed Wooder. Amo darmi alla latitanza quando il tempo me lo permette.