Fratelli in erba

Letto 1365 volte

fratelli_in_erbaAmmetto che sono andato a vederlo per puro caso, anche perché il titolo “Fratelli in erba” puzzava terribilmente di commediola americana del cavolo. Non sapevo però che il film è assolutamente indipendente (budget molto basso) e che vi recitavano Edward Norton e Susan Sarandon.

Trama (wikipedia): “Quando il professore di filosofia classica presso la Brown University Bill Kincaid riceve la notizia che suo fratello gemello Brady, un coltivatore d’erba e marijuana, è morto, lascia l’università e ritorna subito nel suo paese nativo in Oklahoma. Qui, dopo essersi ricongiunto con la madre Daisy e aver incontrato l’amica d’infanzia Janet, scopre che in realtà Brady è ancora vivo e ha intenzione di coinvolgerlo in un losco piano per smascherare il potente trafficante di droga Pug Rothbaum“.

A tratti il film mi ha ricordato “I love you Phillip Morris” per l’impasto calibrato e intelligente di umorismo da commedia disimpegnata con momenti inaspettatamente più tesi e critici (alcune scene non me le sarei proprio aspettate) e altre addirittura riflessive. Sì perché in una prima parte si ride, si può apprezzare la grandissima prova attoriale di Edward Norton che sinceramente non avevo mai visto in un ruolo come quello del gemello inguaiato. Tra espressioni e alcuni movimenti mi ha veramente stupito per il talento leggero e comico che non avevo mai visto in lui.

A un certo punto invece (inaspettatamente) un omicidio, peraltro non mostrato in maniera “velata”; un vero fulmine a ciel sereno. Di lì a poco i personaggi si caricano oltre che della loro veste leggera apprezzata fino allora di una nuova dimensione quasi drammatica, o meglio come da tradizione dei fratelli Coen (ai quali il regista si ispira senza ombra di dubbio) agrodolce.

Molto belli qua e là alcuni movimenti di macchina come delle “fotografie” che stupiscono, buono l’utilizzo del digitale (che di solito ammetto mi irrita). Ottima la sceneggiatura anche se in alcuni (brevi) tratti si cade un pò nel retorico, molto belle alcune metafore filosofiche sulla vita e il messaggio finale, il senso ultimo quasi volteriano della pellicola: la felicità si ritrova talvolta nelle piccolissime cose, senza troppe costruzioni mentali che troppo spesso annebbiano il senso del vivere.

La cosa che mi fa sempre pensare in questi casi, è l’idiozia della distribuzione italiana, che per vendere un prodotto un pò “diverso” dalla banale e scontatissima commedia americana tra titolo cambiato, locandine ammiccanti e trailer ci fa credere che il film sia il contrario di quello che è, scontentando gli spettatori che vanno al cinema per vedersi una commedia leggera e non invogliando il vero potenziale pubblico interessato ad andare a vederlo.

 

FRATELLI IN ERBA
(Leaves of Grass)
Tim Blake Nelson, USA 2009 (è uscito da noi più tardi), 110′
VOTO (max 5)

About ilpina

ilpina
Creatore, curatore, amministratore, webmaster e in sostanza dittatore supremo e monarca assoluto di The Ed Wooder. Amo darmi alla latitanza quando il tempo me lo permette.