Bullets over Nicolas Cage

Letto 552 volte

Perché Nicolas Cage non è stato, non è e non sarà mai un bravo attore? Semplice, è totalmente insipido. Esteticamente e professionalmente parlando.

Un attore può non essere bravo ma bello. Esempi di questa categoria ce li abbiamo in casa nostra, basti pensare a Raoul Bova e Riccardo Scamarcio. Attori mediocri legati a film come “Scusa, ma ti chiamo Amore”e “Scusa, ma ti voglio sposare” per il nostro Raoul, e “tre metri sopra il cielo” per Riccardo “step” Scamarcio. Insomma, questi due hanno fatto film per Moccia e Scusa, ma non aggiungo altro.  A loro vantaggio, però, c’è il fattore SB ovvero SONO BONO e di conseguenza, almeno da un punto di vista visivo, a nessuna dispiace vedere Raoul Bova fuoriuscire dall’acqua con il micro costume, rigorosamente al rallenty sulle note di “Caribbean blue”.  Un attore, poi, può non essere bello ma sfacciatamente bravo. Rimanendo in Italia mi verrebbe da citare il caro Totò, Aldo Fabrizi o Silvio Orlando (che io adoro alla follia) oppure, in ambiente americano, all’impronta menzionerei un Denny De Vito, Joe Pesci,  John Goodman e sì, anche Dustin Hoffmann. E infine c’è lui il figo del quartiere ma anche il primo della classe. Sto parlando dell’attore bello e pure bravo. Boh, degli ormai attempati io non mi sento di escludere la triade d’oro Robert De Niro, Harrison Ford e Al Pacino (ovviamente) e dei giovani per esempio Heath Ledger (pace all’anima sua) e perché no anche James Franco.

Nicolas Cage è ovviamente fuori dalle tre categorie sopraccitate. La sua “bellezza” è totalmente insignificante così come le sue presunte doti attoriali . Inutile dire che né tinture di capelli, né addominali scolpiti né sbiancamento dei denti sono serviti a questo cristo per renderlo lontanamente attraente. Nicolas Cage non esiste. Guardate qualche suo film come “The family man” o “Next” o il memorabile “Mandolino del capitano Corelli”(uno dei maggiori flop della storia del cinema, credo) e vedrete che costui è così inespressivo da farti pensare “se ce l’ha fatta lui, chi sono io per non fare l’attore?”.  Premetto che essere poco versatili fisiognomicamente non sia sinonimo di attore-cesso, basti pensare che anche Clint Eastwood è un attore monoespressivo  o come Sergio Leone affermò “Clint Eastwood mi piace perchè è un attore che ha solo due espressioni:una con il capello e una senza cappello ”. Ma nel caso di Nicolas Cage non ci piace né senza né con il cappello. In aggiunta al viso di cera, questo qui è il nipote di Francis Ford Coppola che ha pensato bene ( per fortuna per Coppola) di cambiare cognome per poter far carriera nel cinema senza essere etichettato come “il raccomandato di Zio Coppola.” Solo una cosa avrei potuto salvare di te, Nicolas: il cognome che hai pensato “furbamente” di cambiare. Infine, il mio odio viscerale per Nicolas Cage ha raggiunto il punto massimo quando se n’è uscito con i film “Il mistero dei Templari” e “Il mistero delle pagine perdute” in cui recita la parte di un archeologo sulla falsissima riga di Indiana Jones. Essendo la sottoscritta non una fan, ma una veneratrice della tetralogia di Spielberg legata alle avventure dell’ARCHEOLOGO Indy, potete immaginare la mia reazione quando ho visto i due film. Prima di tutto trovo già un tentativo fallito in partenza emulare una saga come quella di Indiana Jones. Ok il motto “impossibile is nothing” ma caro mio regista stiamo parlando del duo Spielberg-Lucas mica bau bau micio micio. Come dire faccio giocare l’Altinese calcio contro il Barcellona di Messi-Iniesta. Inoltre, sempre confrontando i film,  aggiungo solo un ultimo confronto, quello dei rispettivi attori protagonisti: Harrison Ford vs Nicolas Cage. Non mi sembra il caso di dilungarmi oltre. Detto ciò. Nicolas, sei brutto e sei scarso. YOU ARE DISMISSED!!!

About antonella87

.